La corsa allo spazio

astronauticaIniziano martedì 29 ottobre (alle ore 20,30 presso sede Unitre) le lezioni su  “l’esplorazione dello spazio” e il docente, esperto di astronautica, introduce il corso con una panoramica sulla situazione esistente intorno alla metà del secolo scorso: Due Superpotenze, a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, si scontrano,

spostando la competizione fuori dal pianeta, al crocevia tra tecnologia, armamenti, scienza e sogno. Una sorta di gioco d’azzardo, cominciato quasi per caso – guidato da uno scienziato visionario e manager dalla volontà d’acciaio – finisce per trascinare il Cremlino verso un’impresa che nessuno voleva e di cui nessuno sentiva il bisogno, e per avviare quell’affascinante e, per certi versi, inquietante capitolo della nostra storia recente che va sotto il nome di “corsa allo spazio”: uno degli aspetti più spettacolari e coinvolgenti della guerra fredda.

Due diverse “visioni del mondo” a confronto. Non mancano intrighi e retroscene. Negli Stati Uniti un giovane Presidente raccoglie la sfida e la rilancia: «Credo che questa Nazione debba impegnarsi per raggiungere l’obiettivo, prima della fine di questo decennio, di far sbarcare un uomo sulla Luna e di farlo tornare sano e salvo sulla Terra. Non ci sarà progetto spaziale in grado di galvanizzare maggiormente l’attenzione di tutta l’umanità». Parte così la sfida più rischiosa e spettacolare del XX° secolo.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui Privacy navigazione.

Accetto i cookie in questo sito.

EU Cookie Directive Module Information