Font Size

Cpanel

Programmi dei corsi e informazioni logistiche

 

Puoi consultare i programmi nella sezione di questo sito.

Puoi scaricare qui  il volantino delle iniziative 2017/2018

 

Il 15 aprile si parla degli astronauti italiani

  • PDF

astro1Sono passati poco più di vent’anni da quando, il 31 luglio 1992, Franco Malerba partì dal Kennedy Space Center a bordo dello Shuttle Atlantis STS-46 e diventò il primo Astronauta Italiano nello Spazio.

Da allora hanno volato nello spazio 6 astronauti italiani in nove diverse missioni.Franco Malerba ha volato sul STS-46 nel 1992 con la qualifica di Mission Specialist, ossia di specialista del carico, degli esperimenti connessi al satellite Tethered alla piattaforma EURECA, primo esempio di piattaforma automatica al mondo e primo esempio di satellite europeo riutilizzabile.

A stretto giro seguì la missione che vide coinvolti insieme Maurizio Cheli e Umberto Guidoni  che effettuarono il loro primo volo spaziale nella missione STS-75 nel 1996, che riportava in orbita il satellite “a filo” italiano che dimostra la possibilità di generare potenza elettrica dallo spazio

Maurizio Cheli, con il suo background di pilota collaudatore, diventò il primo italiano a ricoprire sullo Shuttle il ruolo di Mission Specialist, occupandosi dei sistemi di bordo e della strumentazione dello Shuttle.

Il fisico Umberto Guidoni, tornò di nuovo nello spazio a bordo dell’Endeavour nel 2001, nella missione STS-100.

Roberto Vittori, Colonnello dell’Aviazione Militare, è stato il primo non-russo a conseguire la qualifica di Comandante Soyuz e il primo italiano a volare sulla Soyuz.

Ha partecipato a tre missioni.  La missione, “Marco Polo” nell’aprile 2002 lo portò sulla Stazione Spaziale Internazionale con la missione-taxi Soyuz TM-34. Partì una seconda volta da Baikonur alla volta della ISS nell’aprile 2005, diventando il primo astronauta europeo a conseguire la qualifica di comandante Soyuz e il primo italiano a volare due volte sulla Soyuz. Fu anche il primo astronauta europeo a visitare per due volte la Stazione Orbitante. L’ultima missione del Colonnello Vittori si è svolta nell’aprile del 2011 quando ha partecipato come Mission Specialist alla STS-134.

Paolo Nespoli ha volato sulla ISS due volte: la prima volta nell’ottobre 2007, partecipando alla missione STS-120 che trasportò nella Stazione l’importante “Nodo-2” costruito in Italia. La seconda volta il “cosmonauta” Nespoli raggiunse la ISS con la Missione Soyuz TMA-20 e rimase sull’avamposto spaziale per sei mesi, diventando il primo italiano a compiere una spedizione di lunga durata.

Luca Parmitano  ha appena trascorso sulla ISS una missione di lunga durata. Partito da Baikonur nel maggio 2013 a bordo della Soyuz TMA-09, è ritornato dopo 6 mesi. È stato il primo astronauta italiano a compiere una attività extraveicolare.

A novembre partirà da Baikonur Samantha Cristoforetti la prima astronauta italiana, con alle spalle un ricco curriculum di pilota militare.

Lezione apertta a tutti il 15 aprile alle 20,30

Informazioni per l'iscrizione

 
 
You are here Il 15 aprile si parla degli astronauti italiani
Oltre 1000 iscritti da 25 città diverse, più di 50 corsi, conferenze, gite e visite didattiche

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui Privacy navigazione.

Accetto i cookie in questo sito.

EU Cookie Directive Module Information